Intenzione di Preghiera
 
ULTIME NOTIZIE

FESTA DEI SS. APOSTOLI PIETRO E PAOLO
L'elenco delle celebrazioni liturgiche in preparazione alla Solennità dei Santi Pietro e Paolo nella Basilica Papale di San Paolo fuori le Mura.

EVENTI MUSICALI IN BASILICA
Gli eventi musicali previsti nella Basilica Papale di San Paolo fuori le Mura

 Roma, 23/09/2018




Basilica di San Paolo Preghiere Eventi Servizi Notizie Info Orari

 La conversione a Cristo
 
1. L´EBREO SAUL STUDIA A GERUSALEMME
 
http://basilicasanpaolo.org/rcm/foto/33_2.jpg
Paolo nasce poco prima dell’anno 10 della nostra era, in una famiglia ebrea di Tarso, in Cilicia (l’attuale Turchia orientale). Riceve il nome biblico di Saul ed il nome romano di Paolo (suo padre, avendo acquisito la cittadinanza romana vuole forse manifestare una qualche sconosciuta gratitudine alle genti dei Pauli). Viene educato a Gerusalemme.
 
“E’ ai piedi di Gamaliele l’Anziano che sono stato formato all’osservanza esatta della Legge dei nostri Padri, invaso dallo zelo di Dio” – Dagli Atti, egli è “Fariseo, figlio di Farisei” (At. 23,6) e “circonciso l’ottavo giorno” (Ph 3,5-6).
 
2. IL PERSECUTORE
 
Al martirio di Stefano, “i testimoni deposero il loro mantello accanto ad un giovane chiamato Saul… Egli era fra quelli che approvavano questo omicidio e che scatenarono una persecuzione violenta contro la Chiesa”.
 
Saul, che difendeva con zelo “le tradizioni dei Padri” (Gal 1.14) avrebbe addirittura potuto far parte dei Zeloti (At 22,3), e ciò spiegherebbe la spedizione a Damasco a caccia dei missionari ellenisti che contestavano il Tempio, come Stefano, “per piegarli, anche a costo della tortura” (At 25,6,9-11). Questo farebbe anche luce su due episodi strani: Paolo mal si aggrega alla Chiesa di Gerusalemme e deve fuggire in seguito a minacce di morte (At 9,26-30); più tardi, quaranta Ebrei faranno voto di uccidere Paolo, allora prigioniero dei Romani (At23,12-22), ed è risaputo che il partito zelota puniva coloro che tradivano il loro giuramento.
 
3. LA CONVERSIONE / VOCAZIONE
 
http://basilicasanpaolo.org/rcm/foto/33_3.jpg
Gli Atti riportano la celebre frase sentita sul cammino verso Damasco: “Saul, Saul, perché mi perseguiti?”
 
Il racconto che Paolo stesso dà sull’apparizione del Resuscitato tradisce un grande subbuglio interiore, secondo le vocazioni/conversioni profetiche del Vecchio Testamento, portatrici anche di una missione: “Quando Colui che, fin dal seno materno, mi ha messo a parte e richiamato alla sua grazia, si degnò di rivelarmi suo Figlio, affinché io possa annunciarlo fra i pagani, subito….”(Gal 1,15-17).
 
La “conversione” radicale di Saul non rappresenta per lui un cambiamento di religione: egli si sente più ebreo che mai, poiché è il “Dio dei Padri” che lo manda a predicare il Vangelo. L’evangelizzatore dei pagani continuerà a predicare agli Ebrei per quanto gli sarà possibile, fino al suo ultimo richiamo, a Roma. La conversione ed il battesimo di Paolo significano che egli ha scoperto il suo vero e giusto posto nella vita di Israele.
 
Si ignora la data di questo avvenimento capitale; la Lettera ai Galati potrebbe indicare gli anni 33-35, poco dopo la costituzione della prima Chiesa, a Gerusalemme, creata intorno a ”Pietro con gli Undici” (At2,14).
 

 
  BASILICA DI SAN PAOLO > SAN PAOLO
L’APOSTOLO DELLE GENTI
I VIAGGI MISSIONARI
LA CONVERSIONE A CRISTO
GLI INIZI DEL MINISTERO
IL CONCILIO DI GERUSALEMME
VERSO LA GRECIA
LE PRIME STRUTTURE DELLA CHIESA
A GERUSALEMME
IL VIAGGIO DELLA CATTIVITÀ
IL MARTIRIO A ROMA

Calendario Eventi e Visite
(riferirsi all'Italiano):
  
 

<<  SETTEMBRE 18  >>
L   M   M   G   V   S   D
          01   02
03   04   05   06   07   08   09
10   11   12   13   14   15   16
17   18   19   20   21   22   23
24   25   26   27   28   29   30





 
  Le Catechesi del Santo Padre
  su San Paolo



Intenzione di Preghiera

Chiunque voglia può inviare le proprie preghiere attraverso il formulario qui di seguito

Copyright © 2018 Basilica Papale San Paolo fuori le Mura - Privacy Policy - made in Bycam